La realtà…di Harry Potter

Realtà aumentata: non è fantascienza, ma una tecnologia oramai alla portata di tutti

Se oggi Harry Potter prendesse in mano, al posto della bacchetta magica, il suo smartphone e scoprisse i nuovi orizzonti della comunicazione resi possibili dalla realtà aumentata, non si sorprenderebbe più di tanto.

.

Perché accade un po’ come nei suoi libri, dove le fotografie e i quadri si animavano e raccontavano delle storie. Anche con la realtà aumentata le cose si animano, come per magia: è infatti una tecnologia che ci permette di far prendere vita agli oggetti quotidiani abbattendo le barriere tra digitale e fisico.

 

Non si tratta però di fantascienza, ma di una tecnologia oramai alla portata di tutti.

 

Inoltre, questa tecnologia così rivoluzionaria non è solo dominio di importanti aziende estere: anche nel nostro Veneto ci sono eccellenze che se ne occupano.

 

Non serve prendere il treno per Hogwarts: la realtà aumentata è qui da noi.

Proposto da: