io non ho paura

Sapete cos’è la paura?  Una grave malattia paralizzante.

Premetto che esistono due tipi di paura: la consapevolezza del rischio e la paura irrazionale.

Essere coscienti dei pericoli che si possono correre in determinate occasioni aiuta a tenere gli occhi aperti e i piedi per terra, ed è un atteggiamento del tutto positivo. Ma la paura irrazionale no!

“Non ce la faccio”, “Avrò solo conseguenze negative da questa azione”, “Non riuscirò mai a stare bene”: questa è paura negativa, perché blocca sul nascere ogni possibile azione e ogni slancio creativo. In breve, sto parlando della paura di fallire. Fallire nel lavoro, nelle relazioni, nella vita.

Ne siamo affetti tutti, tranquilli! Come possiamo vincere la paura? Avendo consapevolezza di chi siamo! Ricordando i temi dei precedenti articoli, siamo tutti persone in grado di liberare la creatività, trovare la motivazione per agire, coltivare un sogno, accettare una sfida.

La paura esiste, è una debolezza squisitamente umana da cui non dobbiamo essere spaventati. La cosa importante è non farci paralizzare. La cosa migliore da fare per non farci bloccare dalla paura è agire. L’azione, anche se non è perfettamente pianificata o facile, è pur sempre l’unica via per impedire alla paura di intorpidire la nostra mente: se faccio, posso cambiare, posso ottenere risultati, posso modificare gli eventi. Se non faccio, la paura troverà terreno fertile. Spetta a voi, ora! Interrompete il circolo vizioso della paura! Cominciate ad agire!

 

Irene Reffo