Come fare il risotto perfetto

Un semplice ma efficace metodo per un risotto che acquista in gusto e rimane al dente per molto più tempo

E’ una delle specialità tipiche della nostra tavola, sempre richiesta e sempre gradita.

Parliamo del risotto: una pietanza con cui chiunque, mettendosi ai fornelli, prima o poi ha a che fare. Non vi proponiamo, però, una ricetta.

Di ricette ce ne sono disponibili ovunque, a seconda degli ingredienti con i quali vogliamo caratterizzare il piatto. Quello che vi presentiamo è un metodo: quattro passi fondamentali che, indipendentemente dagli ingredienti e dalla ricetta, renderanno il risotto perfetto.

1 – Scelta del riso. E’ il primo passo importante: non tutte le varietà di riso sono adatte a fare il risotto. La resa per questo piatto dipende dalla quantità di amido, da come il chicco tiene la cottura e dalla sua grana. Ideale il riso Carnaroli o il Vialone Nano, l’importante è che sia di qualità.

2 – Tostatura. Va fatta sempre e solo con grassi, cioè olio. Mai con la cipolla. Anche senza il soffritto. Se la ricetta richiede il soffritto, questo va aggiunto in un secondo momento, già cotto.

3 – Bagnatura. Il risotto va bagnato sempre lentamente e sempre con il brodo o con acqua calda. E’ fondamentale che tutti gli ingredienti della ricetta vengano aggiunti al riso sempre caldi.

4 – Mantecatura. Va fatta togliendo la pentola dalla fiamma, e dopo qualche minuto il riso, che si abbassa di temperatura, va mantecato con burro e grana, oppure con olio e grana, a piacere. E’ importante che il risotto vada mescolato bene, se possibile sempre con un mestolo ampio, da brodo, con delicatezza e con movimenti a raggio ampio.

Il risultato di questo metodo è un risotto che acquista in gusto e rimane al dente per molto più tempo.

Proposto da: